NOTIZIE

Pubblicato il 28/09/2020

La Galassia dei Servizi FM

Presentati i dati della Fondazione SNS sull'andamento del settore del Facility Management in Italia

Video

Il 21 settembre a Bologna la Fondazione Scuola Nazionale Servizi ha presentato La Galassia dei Servizi FM, il suo periodico studio sull’andamento del mercato del Facility Management in Italia.

Una ricerca che analizza nel dettaglio le performance delle imprese di 9 settori industriali, studiandone i bilanci ufficiali. Quest’ultima edizione prendeva in considerazione quelli riferiti al triennio 2016/2018, gli ultimi di cui si dispone una adeguata mole di dati per poterne fare analisi approfondite.

 

I settori presi in considerazione sono: servizi ambientali, servizi culturali, energia e manutenzioni, lavanolo, movimentazione merci, servizi alla persona, pulizie professionali, ristorazione collettiva e servizi di vigilanza.

 

Ma potrà servire questo lavoro? “Noi pensiamo – afferma il presidente della Fondazione, Alberto Ferri - che potrà servire ai Committenti per ricorrere alle imprese migliori e contribuire affinché le stesse si migliorino, alle imprese per volare sui pianeti più vivibili, agli Amministratori pubblici ed ai politici che potranno prendere consapevolezza del benessere apportato da questi settori e delle scelte necessarie perché possano apportarne di ulteriore al sistema Italia”.

 

In attesa di capire la portata della crisi Covid-19 sull’andamento dei servizi di FM, il 2018 ha registrato un aumento dei fatturati in tutti i settori, segnando un record di oltre 67 miliardi di Euro. Nel 2008 questo valore si attestava attorno ai 55. La curva è cresciuta fino al 2013 per poi fermarsi e riprendere la sua salita fino al 2019 di cui non abbiamo i dati completi ma che, da rilevazioni risulta in ulteriore crescita rispetto al 2018. Tutto questo aspettando gli effetti Covid-19 del 2020.

 

Ci sentiamo di affermare, a questo proposito, che i Servizi di FM x loro natura di servizi di supporto al core business di una organizzazione, rappresentano un ottimo indicatore dell’andamento economico del paese.

 

I Valori inseriti nella rilevazione totale tengono conto di stime realizzate dalla Fondazione Scuola Nazionale Servizi sul Valore della Produzione delle aziende di trasporto e logistica con una significativa attività di logistica interna, quindi non solo del settore movimentazione merci (codice Ateco 5224). È stata inoltre fatta una stima dei fatturati settoriali sotto le soglie di campione che abbiamo scelto di analizzare nel dettaglio.

 

Quindi il valore totale della Galassia si attesta attorno ai 67,6 miliardi di Euro, un aumento costante dal 2013 e con un +1,2% rispetto al 2017. Ricordiamo comunque che quello dei servizi di F.M. è un settore relativamente giovane, nato circa 50 anni fa grazie al forte impulso dato dalle prime esternalizzazioni nel settore pubblico ed il settore bancario, che in questi pochi anni ha saputo ritagliarsi una fetta di Pil nazionale che si attesta attorno al 3,8%.

 

Sono state censite circa 15mila imprese, di cui quasi i due terzi impegnate nei settori dei servizi alla persona (6.100) e delle pulizie professionali (4.600). Questi sono anche i settori che occupano il maggior numero di dipendenti, essendo infatti servizi ad alta intensità di manodopera, con oltre 320mila unità ciascuno.

Come già accennato il Fatturato registra il trend di crescita che è costante dal 2013; Servizi alla Persona (13,4 miliardi), Pulizie professionali (9,8), Servizi ambientali (9,1) ed Energia e Manutenzioni (8,3) sono i settori più performanti, con la Ristorazione collettiva che gravita attorno i 6 miliardi di fatturato.

 

Nonostante il totale dell’utile della Galassia superi la soglia del miliardo di Euro, anche nel 2018 dobbiamo registrare per alcuni settori un dato negativo. Nello specifico sono i settori dei Servizi culturali e della Movimentazione merci ad evidenziare perdite, rispettivamente per 7 e 53 milioni di Euro. Il rapporto Utile/Valore della produzione, tendente mettere in luce la maggiore o minore capacità di produrre ricchezza dei vari settori, mostra come il settore del Lavanolo, con un rapporto del 5% i Servizi Ambientali (4,5%)  si mantengano i più performanti.

 

Il Patrimonio netto delle imprese della Galassia continua ad aumentare, arrivando ad oltre 15 miliardi  di Euro rispetto ai circa 12,7 del 2015.  Un “tesoretto” che ben descrive le potenzialità, anche di investimenti, che il settore dei servizi di Facility Management possono mettere sul piatto in ragionamenti di sistema per il rilancio di tutta la nostra economia.

 

La distribuzione geografica della Galassia dei Servizi riflette, in larga parte, quella dell’intero tessuto produttivo italiano, con l’area del Centro Nord che vede concentrare sia il maggior numero di imprese che quelle che fatturano maggiormente. Si precisa che l’analisi prende in considerazione le Regioni dove le imprese hanno sede legale e quindi tutto il fatturato realizzato sul territorio nazionale viene “assegnato” alla Regione ove ha sede legale l’impresa. Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna raccolgono infatti circa il 50% dell’intera Galassia.

 

Un’ultima rilevazione riguarda il rapporto tra il Pil pro-capite imputabile al settore Facility Management di ogni Regione con il proprio Pil pro-capite totale, nell’anno 2018. In questo caso possiamo vedere quanto l’incidenza del fatturato della Galassia FM sul Pil vari da Regione a Regione. È da sottolineare per ognuna delle aree Nord, Centro e Sud/Isole dell’Italia i valori espressi da Emilia-Romagna (5,76%), Umbria (3,61%) e Puglia (3%), Regioni che vedono nei settori FM un importante voce nella costruzione della “ricchezza” regionale.

_____________________________

Al termine della presentazione della Galassia sono state premiate le imprese italiane di Facility Management più performanti nel triennio 2016/2018. IL premio viene assegnato in base ad una serie di parametri economico finanziari (incremento fatturato, rapporto utile/fatturato, patrimonio/fatturato….) e su un’analisi delle attività di formazione e ricerca che le imprese hanno realizzato negli ultimi anni.

Il campione di 168 imprese è stato desunto da quelle che negli anni presi in considerazione hanno avuto un fatturato annuo superiore ai 30 milioni di euro. Sono stati assegnati due premi, uno alle imprese con fatturato superiore ai 100milioni annui e uno a quelle con un fatturato inferiore.

 

Questi i vincitori settoriali e del Super Index, il premio che metteva in competizione le prime imprese di ogni settore.

Servizi Ambientali: Econord (Varese) – Deco (Pescara)

Servizi Culturali: parimerito Coopculture (Venezia) e Costa Edutainment (Genova)

Energia e manutenzioni: CPL Concordia (Modena) – Atzwanger (Bolzano)

Lavanolo: Servizi Italia (Parma) – Sogesi (Perugia)

Movimentazione merci: Coop. San Martino (Piacenza)

Multiservizi: Idealservice (Udine) – Formula Servizi (Forlì)

Servizi alla persona: Coospelios (Reggio Emilia) – Anteo (Biella)

Pulizie professionali: Copura (Ravenna)

Ristorazione Collettiva: Cirfood (Reggio Emilia) – Pedevilla (Roma)

Vigilanza: Cosmopol (Avellino) – BTV (Vicenza)

Il premio Super Index SNS 2020 è stato assegnato alle imprese: CPL Concordia ed Econord per le imprese con fatturato annuo sopra i 100 milioni e Copura per le imprese con fatturato trai 30 e i 100 milioni di euro.